E’ ILLEGITTIMO IL GIUDIZIO DELLA COMMISSIONE DI CONCORSO CHE IN ASSENZA DI MOTIVAZIONE SI DISCOSTA DA ALTRO GIUDIZIO ESPRESSO SUI MEDESIMI TITOLI

Rappresenta profilo sintomatico dell’eccesso di potere, tipico vizio di illegittimità del provvedimento amministrativo, la circostanza che, nell’ambito della medesima procedure selettiva (ma in una diversa classe di concorso), gli stessi titoli di cui si controverte sono stati valutati da una diversa Commissione con un punteggio decisamente superiore rispetto all’altra, senza che neppure si sia dato conto nella motivazione del provvedimento impugnato delle ragioni che avrebbero condotto a tale diverso trattamento.

Scarica la sentenza del Tar Marche